Archive for febbraio 2008

Rock is Better.

29 febbraio , 2008

Canzone particolare, dall’atmosfera ovattata e invecchiata, con una batteria minimale e la chitarra che suona per la maggior parte del tempo con il feedback. Il brano si intitola Just like honey ed è stato scritto dai Jesus and Mary Chain, gruppo punk britannico divenuto famoso verso la metà degli anni ottanta. La band divenne famosa per la durata delle proprie esibizioni in pubblico che spesso non superavano i dieci minuti. Nonostante questo l’influenza di gruppi come The Velvet Underground e Beach boys permise loro di incidere uno degli album più belli della storia noise/shoegaze ossia Psychocandy. Nel 2007 il gruppo si riunì dopo diverso tempo per un concerto che vide sul palco anche la presenza di Scarlett Johansson. Questo brano fa parte della colonna sonora del film Lost in Translation dove sono presenti altri intepreti della scena noise tra cui spiccano i My Bloody Valentine.  

Annunci

Il Caso di Gage.

28 febbraio , 2008

Vi propongo un caso di neuroscienze. Il protagonista si chiama Phineas Gage, un capocantiere che il 13 settembre 1848 ha avuto un terribile incidente sul lavoro che lo ha reso famoso nella storia della psicologia. A causa di un’esplosione , una sbarra di ferro gli ha attraversato il cranio. Phineas è sopravvissuto. La cosa interessante è la seguente: prima dell’incidente, egli era religioso, equilibrato, intelligente e perspicace… dopo divenne bestemmiatore, intollerante, volgare, ostinato, esitante. Visse da sbandato per altri 13 anni. Questo caso rivoluzionò il modo di concepire le funzioni del cervello. I neurologi hanno così stabilito, un secolo e mezzo dopo il fatto, che il cervello di Phineas Gage era stato leso in corrispondenza di quella parte della corteccia prefrontale che media gli aspetti emotivi con quelli cognitivi del comportamento e che è alla base delle cosiddette “scelte razionali”, dell’autocontrollo, insomma.

psicologia1.jpg

Notte degli Oscar 2008.

25 febbraio , 2008

Si è svolta nella notte a Los Angeles la cerimonia per l’assegnazione degli Oscar e ancora una volta non sono mancate le sorprese. Il premio come miglior film è andato a Non è un paese per vecchi, diretto magristralmente dai fratelli Coen. La statuetta per miglior attore protagonista è stata assegnata a Daniel Day-Lewis per l’interpretazione nel film Il Petroliere. Vittoria questa a sorpresa vista la presenza tra le nomination di Johnny Depp e del suo Sweeney Todd. Per le donne a meritarsi la statuetta è stata Marion Cotillard, protagonista del film La Vie en Rose, film narrante la storia della cantante francese Edith Piaf. Indubbiamente salta all’occhio la mancata presenza di Sean Penn e del film Into the Wild, che non figura tra le nomination in nessuna categoria. L’Italia torna a casa dalla manifestazione con due Oscar ottenuti con la coppia Ferretti-Lo Schiavo e con Dario Marianelli.

oscar.jpg

Come Back Music..

22 febbraio , 2008

Phil Collins, cantante e compositore inglese,  noto sia come solista che come componente dello storico gruppo dei Genesis.  Phil è il batterista del gruppo e dopo l’abbandono di Peter Gabriel prende anche il posto di cantante mantenendo quello di batterista per le registrazioni in studio. Nel 1981 inizia la sua carriera da solista con Face Value. Alla fine degli anni ottanta esce il suo quarto disco da solista, assolutamente un capolavoro, But Seriously (1989), cui collaborano gente come Eric Clapton e David Crosby. Canzone simbolo dell’album è Another day in paradise, che diventa tra le più famose della storia della musica e numero uno in praticamente tutto il mondo. La canzone tratta di argomenti delicati come la situazione dei senza tetto in America. Un capolavoro.

Strange Monday.

18 febbraio , 2008

Purtroppo l’appuntamento del venerdì con il video musicale è slittato a causa dell’intoppo causato dai vecchietti. La canzone è Simple Man, scritta originariamente dai Lynyrd Skynyrd e interpretata in questo video dagli Shinedown, gruppo musicale formatosi nel 2001 a Jacksonville in Florida. Le loro influenze musicali spaziano dai Pantera a Dimebag, fino ad arrivare a gruppi più attuali come soprattutto Staind e Seether.

Beata Gioventù.

15 febbraio , 2008

Stamattina missione dottore per varie ed eventuali. Tempo totale per riuscire ad ottenere numero 3 ricette, all’incirca 150 minuti. Ammetto che il mio dottore è tra i più lenti che la storia ricordi ma questo non basta a giustificare un tempo del genere. Il problema è un altro. Ci sono troppi anziani, nessuno vuole più morire! E’ un dramma per la società. Insomma sono giunto a fare qualche ipotesi su come dovrebbero andare le cose. In fondo la storia ci insegna che gli anziani erano rispettati per saggezza e capacità di prendere decisioni per il bene collettivo. Al giorno d’oggi non hanno più questa utilità, l’evoluzione ci ha spinti in un’altra direzione, gli anziani non hanno ruoli fondamentali nella società (se non in politica..ma li  vengono presi perchè fanno ridere!) . Anche il mondo animale ce lo insegna, chi rappresenta un peso più che un bene viene abbandonato, è la dura legge del branco. La soluzione al problema vecchietti sta nello stabilire un tetto massimo di vita. Decidiamo che a 80 anni si muore. Uno lo sa in anticipo e si da una regolata, spende prima i propri  soldi e si gode la vita finchè può. Così evitiamo pensioni a gente di 115 anni e si risparmia anche su medicinali e ospedali. La trovo un’idea geniale..io ci sto, dove bisogna firmare? FANTASCIENZA!

anziani.jpg

Speriamo che sia femmina.

13 febbraio , 2008

Ogni tanto vengono fuori pubblicità di un livello leggermente superiore. Credo sia questo il caso, relativo ad uno spot realizzato per la Calzedonia. La musica è di Billy Joel, She’s always a woman to me, canzone scritta nell’ormai lontano 1978. Lo spot ritrae scene di vita di una bambina fino al matrimonio e alla gravidanza. Azzeccato decisamente. Quando la comunicazione funziona..

Memory Day.

11 febbraio , 2008

Ieri era il 50° anniversario della scomparsa dei giocatori del Manchester United avvenuta dopo un incidente aereo a Monaco di Baviera. Alle 14.30 ora italiana si giocava il derby di Manchester all’Old Trafford. Atmosfera magnifica..ogni tifoso una sciarpa e cornamusa scozzese a suonare. Assolutamente irripetibile, da pelle d’oca, ce l’avevo io sul divano di casa, figuriamoci i presenti allo stadio. E poi inizia il campionato italiano tra polemiche, errori arbitrali, giocatori che sembrano tuffatori in vasca olimpica, tifosi che pensano a insultare gli altri invece che sostenere la propria squadra, ecc ecc… Un fastidio incredibile, ho la nausea di questo calcio terribile che c’è da noi. Mi ero ripromesso di parlare pochissimo di calcio ma siccome è una passione ho bisogno di sfogarmi. Ho la sensazione che ci siano pochissime persone che capiscano qualcosa di calcio nell’ambiente, ho ammirato Donadoni per le dichiarazione fatte prima di Italia – Portogallo. Sarebbe ora di finirla ma di finirla per davvero con questo atteggiamento tipicamente italiano, io non mi riconosco in questo branco di imbecilli che parlano di calcio alla Domenica. Stimo Cambiasso che fa gli auguri alla primavera dell’Inter e Baldini che dopo essere uscito sconfitto da una partita ben giocata dice che gli errori ci stanno da parte di tutti. Il calcio lo vedo come uno spettacolo, siamo lontani anni luce da altri paesi europei, e la cosa peggiore è che siamo indietro come cultura , CULTURA.. quanto abbiamo da imparare.

munich.jpg

Story of Music.

8 febbraio , 2008

Louis Armstrong, probabilmente il più famoso esponente della musica Jazz del ventesimo secolo. Carismatico e innovatico, a lui si deve la maggior parte della popolarità del genere. Nativo di New Orleans, la biografia narra che nemmeno lui sapesse esattamente il proprio giorno di nascita e per questo lo festeggiava il 4 Luglio, giorno dell’indipendenza americana. Louis passa gran parte della propria vita tra New Orleans, Chicago e New York, dove suona con i maggiori artisti dell’epoca. What a wonderful world venne interpretata per la prima volta nel 1967 ed è intesa come un invito alla scoperta dei piaceri della vita. Canzone dai toni ottimistici e rilassati, esalta la bellezza del mondo e della diversità fra i popoli, oltre a costituire un invito a non diffidare del futuro. Il video mescola immagini di repertorio a immagini tratte dal film Good Morning Vietnam. Storia.

Cloverfield

6 febbraio , 2008

E’ diverso dagli altri. Già solo per questo varrebbe la pena di guardarlo. I buoni non vincono e i protagonisti non possono salvare il mondo come accade nei soliti film catastrofici. Ho avuto la sensazione che le cose avrebbero potuto andare realmente così nel caso di una catastrofe simile. Molto più vicino ad un documentario piuttosto che a un film sotto alcuni punti di vista. L’idea di non sapere cosa sta accadendo e di non poter fare nulla per evitarlo, se non sperare che arrivi qualcuno in nostro soccorso tiene banco per gran parte del film, in cui non mancano le scene spettacolari realizzate tutte con telecamera a mano. La mia è solo un’opinione personale ma il film merita assolutamente.

postercloverfield.jpg